Erboristeria - Vendita online prodotti erboristici, integratori, tisane, erbe officinali, alimentazione biologica e cosmesi naturale. Dal 1990 al vostro servizio, online dal 2000
Lingua


Depressione post-partum: ruolo della vitamina D

img

Uno studio recente indica che un basso livello di vitamina D potrebbe rappresentare un rischio di esposizione alla depressione perinatale.Sono stati misurati i livelli di vitamina D durante la gravidanza alla 18a settimana di gestazione in 796 donne, registrando i sintomi di depressione 3 giorno dopo il parto.

Tenendo conto delle variabili (stagione della nascita, indice di massa corporea e fattori sociodemografici), i risultati hanno mostrato una maggiore incidenza di depressione nelle donne con il livello più basso di vitamina D.

Sebbene non sia l’unico studio riguardante il rischio di sviluppare depressione, la carenza di vitamina D in gravidanza è associata anche un basso peso del neonato alla nascita e piccolo peso per età gestazionale. Altri studi segnalano un aumento del rischio di diabete gestazionaleipertensione e pre-eclampsia. Inoltre, la sua mancanza nel latte espone il neonato a rischio di carenza.

Chiedete al vostro ginecologo se non sia il caso di controllare le concentrazioni di vitamina D!

Liberamente tratto dall'Archivio news Long Life.

Lascia la tua e-mail per ricevere le nostre offerte